Accendere il fuoco di un caminetto è il piacere più solido di qualsiasi altra cosa al mondo

La magia di un focolare ardente, la luce calda del fuoco . . . .

i Caminetti Ciavarella ti offrono tutto ciò

Vedi i nostri caminetti prefabbricati

E’ il materiale tradizionale più comunemente usato per la costruzione dei caminetti, garantisce un buon irragiamento del calore.

Piano refrattario e pareti in lastre di ghisa che conferiscono robustezza e resistenza alle alte temperature, si riscaldano rapidamente ed irragiano molto calore, mentre il piano refrattario è ideale per la cottura dei cibi.

Focolare completamente rivestito in ghisa i cui requisiti sono:
Indistruttibilità. riscaldamento rapido, irragiamento termico ottimale.

INFORMAZIONI E CONSIGLI PER IL BUON FUNZIONAMENTO DEL CAMINETTO

Il perfetto tiraggio di un caminetto è determinato da un esatto montaggio del prefabbricato che deve essere stuccato a regola d’arte in ogni sua parte e dalla canna fumaria che deve essere coibentata e rispettare determinate proporzioni e regole di istallazione.

E’ determinante che la presa d’aria comburente sia collegata con l’esterno o con un locale più ventilato, per permettere il costante ricambio di ossigeno all’interno dell’ambiente, una perfetta combustione della legna e di conseguenza un maggior sviluppo di calore.

Per congiungere il caminetto con la canna fumaria (che non si trova sulla verticale del caminetto) si devono usare raccordi con un’inclinazione non superiore ai 45°, senza strozzature e spigoli interni.

Il raccordo tra cappa ed il condotto principale deve avere un’inclinazione costante (max 45°) e non presentare né spigoli né strozzature.

Un perfetto tiraggio è dato soprattutto da una canna fumaria libera da ostacoli come strozzature, deviazioni, ostruzioni. Eventuali spostamenti devono essere effettuati preferibilmente in prossimità del comignolo. Altezza utile consigliata: 3,5 mt.

Ogni caminetto deve avere una propria canna fumaria indipendente. In caso di presenza di più canne fumarie sul tetto, queste devono essere poste ad almeno 2 m di distanza tra loro e con un minimo di 4o cm di differenza d’altezza.

L’uscita della canna fumaria non deve avere nessun ostacolo (alberi, fabbricati) per un raggio di almeno 8 m. Inoltre il comignolo deve essere posto ad un’altezza di almeno un metro sopra il colmo del tetto.

Motivi di cattivo funzionamento di un caminetto, possono essere determinati anche dalla presenza di due diverse canne fumarie nello stesso locale o di una tromba di scale; in queste condizioni si possono creare infatti fenomeni di depressione d’aria. In questi casi è opportuno predisporre una chiusura delle aperture sopra menzionate. N.B. le canne fumarie devono essere pulite con una periodicità almeno annuale .